Project Management

 

 
   

Missione:

Fornire prodotti e servizi innovativi per favorire il governo dell'ICT mediante la conoscenza quantitativa.

 


 

Project Management

 

"Project Manager non si nasce"

...ma lo si diventa con un duro tirocinio maturato sulla propria pelle e con l'aiuto dell'esperienza fornita dagli altri..

Contesto generale di riferimento

In una realtà organizzativa che si muove in un mercato concorrenziale e si orienta sempre più alla qualità del servizio verso i suoi clienti interni o esterni, è indispensabile sviluppare un diffusa capacità di raggiungere obiettivi precisi in condizioni di uso efficiente di risorse. Il Project Management è una disciplina relativamente recente che ha dato prova di grande utilità negli ambiti in cui è stata utilizzata. Si tratta di un insieme di elementi teorici e di pratiche di lavoro provenienti dai più diversi settori ed integrati in un sistema pragmatico ed adattabile.
I progetti sono sempre di più lo strumento attraverso il quale le organizzazioni perseguono obiettivi di cambiamento degli assetti produttivi. Perfino le organizzazioni di tipo fortemente “funzionale”, basate cioè su processi produttivi di tipo ripetitivo e forme organizzative strutturate di tipo gerarchico, riconoscono che il loro successo è sempre più dipendente da progetti di tipo più o meno strategico ma che non possono ascriversi al ruolo di routine. La gestione dei progetti, quindi, di vario genere, natura e dimensioni è diventata una esigenza di tutti nelle organizzazioni che vogliono avere un orientamento dinamico sul mercato.

 

Il modello situazionale di Project Management

Nel contesto attuale di business, fatto di velocità e risparmio, c'è sempre più interesse per i modelli agili di gestione dei progetti - Agile PM (APM) o Extreme PM (XPM) - contrapposti al cosiddetto Traditional PM (TPM). Noi crediamo che la risposta giusta non sia la scelta dell'uno o dell'altro come soluzione ottima "a prescindere" ma nella identificazione di un repertorio di modalità di gestione da scegliere ed adeguare alle caratteristiche della situazione in cui ci si trova ad operare. Chiamiamo questo approccio Situational PM. Esso riconosce come valide tutte le modalità di PM sviluppate e consolidatesi negli anni così come quelle emergenti suggerendo criteri e principi per selezionare ora questa ora quella in funzione della situazione.

 

L'approccio della DPO al Project Management, dunque, si basa su modelli standard internazionali come PMBOK del Project Management Institute (PMI), oppure Prince 2 del governo Britannico e altri ancora, collocandoli in una prospettiva di scelta situazionale. Non si può pretendere di applicare sempre la stessa ricetta a qualunque iniziativa progettuale, grande e piccola, certa e incerta, di prodotto materiale o servizio immateriale, in organizzazioni effimere o strutturate etc.

 

Il nostro approccio considera indissolubilmente legate, nell'attività del Project Manager, la dimensione tecnica con quella comportamentale. Di conseguenza la consulenza, così come la formazione, può riguardare le seguenti fasi:

Impostazione e Organizzazione di progetto
Possiamo affiancarti nel difficile momento dell'impostazione di un nuovo progetto per:
  • costruire la mappa degli stakeholders ("portatori d'interesse"),
  • verificare i parametri di qualità degli obiettivi fissati,
  • analizzare il contesto del progetto ed i fattori critici ad esso relativi,
  • valutare il rischio e le probabilità di successo,
  • definire le strategie di implementazione più adeguate,
  • stabilire le procedure e la composizione del gruppo di lavoro,
  • valutare l'analisi benefici/costi.
 
Pianificazione e Controllo di progetto
Possiamo fornirti staff di supporto nella preparazione e diffusione dei piani di lavoro impiegando le più moderne tecniche reticolari e con l'ausilio dei pacchetti software più diffusi. Possiamo assisterti nella preparazione di:
  • WBS
  • PERT
  • GANTT
  • Matrici di responsabilità
  • Diagrammi di carico
  • Budget economici
  • Cash flow finanziari
Ci possiamo occupare della redazione dei report di avanzamento lavori utilizzando la efficace tecnica dell'Earned Value e misurando la qualità e quantità di lavoro eseguita.
 
Risk Management
Possiamo affiancarti nel processo di gestione dei rischi aiutandoti a:
  • identificare i principali rischi di progetto;
  • quantificare probabilità di accadimento e danni relativi;
  • effettuare analisi di scenario;
  • identificare le migliori azioni di prevenzione, sorveglianza e contenimento;
  • costruire efficaci risk response plan;
  • valutare ex ante o ex post l'efficacia delle tue scelte.
 
Attività relazionali sul progetto  (coaching)
I nostri consulenti possono assisterti nella diagnosi di problemi comportamentali riguardanti sia il gruppo di lavoro che gli utenti/clienti coinvolti individuando possibili soluzioni. Alcuni di questi problemi possono riguardare:
  • la conflittualità,
  • la motivazione,
  • la leadership,
  • la creatività,
  • la comunicazione interpersonale,
e così via.
 
Presentazione del progetto
La realizzazione di accurate e convincenti presentazioni del progetto sia in fase preliminare che in fase esecutiva può essere terreno di collaborazione con i nostri consulenti esperti di comunicazione grafico-pubblicitaria e psico-sociale. Possiamo assisterti nei seguenti passi:
  • Individuare gli obiettivi reali di una presentazione.
  • Progettare il messaggio.
  • Scegliere i mezzi più opportuni.
  • Creare i visual più efficaci.
  • Provare la presentazione con strumenti di ripresa video al fine di individuarne i punti di forza e di debolezza.