Risk Management

 

 
   

Missione:

Fornire prodotti e servizi innovativi per favorire il governo dell'ICT mediante la conoscenza quantitativa.

 


 

Risk Management

 

 

DPO ha sviluppato un metodo di Risk Management compatibile con i principali framework metodologici come PMBOK, Pince 2, PROPS. Il suo nome è SAFE acronimo di Safe Activities For Enhancement.

 

A questo metodo standard si affiancano studi e ricerche sull'importanza degli aspetti cognitivi nella gestione del rischio.

 

La scienza cognitiva è una nuova disciplina che studia il modo con cui il nostro cervello apprende e trasforma le percezioni sensoriali in conoscenza. Da molti di questi studi emerge la consapevolezza che l'essere umano non è particolarmente portato a trattare intuitivamente con le probabilità. Le sensazioni riguardanti fenomeni incerti sono spesso sbagliate e necessitano di strumenti più formalizzati per essere corrette.

 

Questi studi hanno un impatto diretto sulla possibilità di migliorare la gestione dei rischi. Le trappole cognitive (di cui siamo frequentemente vittime) possono, infatti, generare dei Falsi Positivi e dei Falsi Negativi.

 

 

I Falsi Positivi si verificano quando ci occupiamo di rischi inesistenti o irrilevanti spendendo tempo ed energie nella loro gestione quando sarebbe stato più razionale ignorarli. L'impatto sul progetto è una maggiore inefficienza nell'uso delle risorse dedicate in parte a trattare dei rischi che non si manifesteranno facilmente.

 

I Falsi Negativi sono più subdoli e rilevanti in termini di impatto sui progetti perchè si tratta di fattori trascurati perchè considerati irrilevanti ma che colgono tutti di sorpresa quando si verificano e comportano sprechi e danni spesso notevoli, in quanto non si sono attuate prevenzioni o strategie di contenimento.

 

Risorse disponibili:

 

Metodo SAFE ver. 1.0 (pdf circa 300K)

 

 

Corsi collegati:

 

Risk Management nel progetto

 

Risk Management e Trappole Cognitive